Archivio per la Categoria ‘news’ Category

Casa tecnica - logo - def

CONTROLLI PERIODICI SULLE CALDAIE

I controlli periodici sulle caldaie vanno effettuati per i seguenti motivi

o una questione di sicurezza, o ridurre le emissioni inquinanti, o verifica dell’efficienza e quindi favorire un risparmio energetico o obbligo di legge (consulta la Delibera di Giunta Regionale n.2601/2011), Si deve mantenere in perfetta efficienza il proprio impianto di riscaldamento. Infatti, la normativa vigente obbliga a controlli periodici delle caldaie che devono essere compiuti da tecnici abilitati di ditte specializzate nella manutenzione, le quali poi rilasciano un apposito documento che l’utente deve conservare. Il manutentore ha l’obbligo di registrare i dati della manutenzione nel Catasto Unico Regionale Impianti Termici CURIT e anche l’obbligo della corresponsione dei contributi di legge per conto del responsabile dell’impianto. Queste operazioni, costituiscono la certificazione dell’avvenuta manutenzione.

E’ ormai operativo il regolamento DPR 16 aprile 2013, n. 74 in materia di controlli sull’efficienza energetica (diversi da quelli per la sicurezza) dei sistemi di climatizzazione (caldaie per il riscaldamento e climatizzatori). La verifica dell’efficienza è fissata per legge e serve a controllare che, nel tempo, l’impianto continui a consumare una stessa quantità di energia a fronte del fabbisogno necessario per garantire un uso standard. La periodicità delle verifiche è prevista dalla legge DPR74/2013, a seconda della potenza e tipologia dell’impianto. Le Regioni e Province hanno legiferato con proprie leggi in materia e hanno stabilito sui territori periodicità di controllo diverse da quelle statali. Anche il produttore dello specifico apparecchio ed eventualmente anche lo stesso installatore possono modificare la periodicità.

AGEVOLAZIONI FISCALI

PROROGA DEI BONUS AL 65%: “REGOLE NECESSARIE PER INOLTRO DOCUMENTI ENEA”

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato la nuova Guida definitiva per le agevolazioni fiscali in misura del 65% per le spese sostenute dal 06 Giugno 2013 al 31 Dicembre 2014.

La detrazione è invece al 50% per tutte quelle spese effettuate nel 2015.

In merito agli interventi comuni degli edifici condominiali e per quelli che riguardano le unità immobiliari di cui è composto il singolo condominio, la detrazione si applica nella misura del 65% se la spesa verrà effettuata tra il 06 Giugno 2013 e il 30 Giugno 2015. Mentre il 50% verrà applicato alle spese effettuate del 1° Luglio 2015 al 30 Giugno 2016.

Dal 1° Gennaio 2016 per quanto concerne i condomini , l’agevolazione verrà estesa dal 1° Luglio 2016 nella misura del 36% come detrazione fiscale prevista per le spese relative alle ristrutturazioni edilizie.

Nel manuale in pdf sono indicati tutti gli aspetti in base al tipo di richiesta e adempimenti da seguire per attivare i bonus fiscali.

“REGOLE NECESSARIE PER INOLTRO DOCUMENTI ENEA”

Sul sito web dell’ENEA a partire dal 18.04.2014 è stato aperto un portale per l’invio telematico della documentazione necessaria da adottare per le detrazioni fiscali del 55-65% e per la riqualificazione energetica degli edifici esistenti. Il sito è accessibile all’indirizzo http://finanziaria2014.enea.it/ Per tutti i dettagli riguardo il sistema di incentivazione, come prorogato in ultimo dalla Legge di stabilità per il 2014 (L. 147/2013), si vedano i seguenti approfondimenti e risorse:

Detrazioni fiscali per il risparmio energetico, la prevenzione sismica, il recupero edilizio e l’acquisto di arredi: proroghe e novità dal 2014 Le detrazioni per il recupero edilizio e per il contenimento del consumo energetico: le regole in vigore fino al 2013 Agevolazioni per il risparmio energetico: la guida dell’Agenzia Entrate Sito web informativo dell’ENEA

arton103

AGGIORNAMENTI SU CALDAIE A CONDENSAZIONE

Le caldaie tradizionali lasceranno il posto alle caldaie modulanti a condensazione a partire dal Settembre 2015.Lo ha stabilito l’Unione Europea in un regolamento Ecodesign sul riscaldamento.

Aggiornamento 20.06.2014

Il Ministero dello sviluppo economico ha firmato in data 20/06/2014 il decreto che contiene il differimento al 15/10/2014 del termine per l’applicazione dei nuovi  Libretto di impianto per gli impianti termici per la climatizzazione e la produzione dell’acqua calda sanitaria e del Rapporto di controllo di efficienza energetica sugli impianti termici di climatizzazione invernale ed estiva, contenuti nel precedente D.M. 10/02/2014. Il termine originario di entrata in vigore dei nuovi modelli era fissato per il 01/06/2014. Il rinvio, si legge nel comunicato pubblicato dal Ministero a corredo del provvedimento, è finalizzato a “consentire alle Regioni e agli operatori del settore di avere più tempo per adeguarsi  alle nuove disposizioni in materia di manutenzione ed ispezione degli impianti termici degli edifici”, e permette quindi fino alla predetta data del 15/10/2014 di utilizzare, nelle operazioni di controllo o negli interventi di nuova installazione, sostituzione o manutenzione, indifferentemente sia i nuovi che i vecchi modelli di libretto. Il rinvio si ritiene applicabile anche nelle Regioni che hanno a loro volta provveduto con propri atti a disporre differenti date per la definitiva adozione dei nuovi modelli.